Malesia € 1102

1° giorno: Kuala Lumpur
Arrivo a Kuala Lumpur, incontro con un nostro assistente e
trasferimento all’ hotel prescelto.
Nel primo pomeriggio, partenza per il giro città di Kuala Lumpur:
moderna capitale Asiatica della Malesia, ricca di attrazioni
cominciando dal Palazzo Reale, residenza del Re della Malesia, dove
si effettuerà una sosta per le foto. Si procede con la visita al
Monumento Nazionale, che commemora i caduti della lotta di
liberazione della Malesia dal dominio inglese. Costeggiando la
Stazione Ferroviaria in stile islamico moresco si giunge poi alla
Moschea Nazionale, al tempio cinese Thean Hou e infine alla Piazza
dell’Indipendenza. Il tour termina con una sosta per le foto alle più
alte torri gemelle del mondo: le Petronas.
Ritorno in hotel. Serata libera e pernottamento.

2° giorno: Escursione a Malacca
(prima colazione)
Ore 08.45 Partenza per la storica città di Malacca che si trova a circa
2 ore di strada a Sud di Kuala Lumpur: città ricca di templi, mercati e
moschee, nel centro sono ancora conservati gli originari edifici storici
che le hanno permesso di ricevere nel 2008 un riconoscimento storico
da parte dell’UNESCO. Il tour prevede la visita della Piazza Rossa
Olandese Stadhuys e del Museo “Baba-Nyonya” (che mostra la storia
locale delle etnie cinesi dello Stretto di Malacca conosciute anche
come Peranakan). Si prosegue con la salita alla collina di San Paolo e
le rovine dell’omonima Chiesa, terminando il tour della città presso la
“Porta de Santiago”, unica traccia rimasta dell`ultimo bastione
esistente dell’antica Fortezza portoghese “A Famosa” distrutta dagli
Inglesi. Dopo una sosta per il pranzo in un tipico ristorante locale e`
prevista un`altra sosta per lo shopping lungo la strada degli antiquari
(Jonker Street). Per concludere si prosegue con una suggestiva
escursione in barca attraversando il Melaka River.
Viaggio di ritorno a Kuala Lumpur. Arrivo previsto nel pomeriggio.
Note:
* La piantagione di tè è chiusa al pubblico il lunedì e durante I giorni
di festa nazionale ed in caso di insufficiente produzione.
* L’escursione all’isola degli Oranghi potrebbe non risultare possibile
a causa del basso livello dell` acqua.

3° giorno: Kuala Lumpur – Cameron Highlands
(prima colazione)
Ore 08.45 Partenza per il Tempio Batu Caves: le grotte prendono il
nome dal fiume Batu e sono inoltre sede di uno dei più importanti
santuari Hindu oltre i confini Indiani. Dopo aver percorso i 272 gradini
che portano fino al Santuario di Murugan, una delle Divinità
maggiormente riverite dell’Induismo, si potrà godere di uno splendido
panorama della città e sarà inoltre possibile incontrare le simpatiche
scimmie (macachi) alla continua ricerca di cibo, quindi occhi aperti!
Queste grotte suggestive sono tutt’oggi meta di pellegrinaggio
soprattutto durante il festival Hindu più importante d’Asia, il
Thaipusam, celebrato durante il mese Tamil di luna piena
(Gennaio/Febbrario). Il nome del festival unisce il nome del mese
“Thai” e il nome di una stella “Pusam”, che durante il festival
raggiunge il suo picco più alto. Questo festival molto suggestivo
celebra il momento in cui Parvati, dea Hindu della fertilità, donò a
Murugan, dio Hindu della guerra, una lancia così da sconfiggere il
demone Soorapadman. Durante il festival i devoti offrono dei sacrifici
cerimoniali infliggendosi sofferenze fisiche per implorare l`aiuto di
Murugan. Situata all`estremo confine nord-occidentale del Penang la
Highland è la vasta pianura coltivata della Malesia che si alterna con
lussureggianti foreste e selvagge foreste ad alta quota. Famose per le
piantagioni di te` e le temperature miti, ristoro dal caldo equatoriale
del territorio, le Highlands prendono il nome dal topografo inglese
William Cameron, il quale ne traccio` per primo la mappa. Qui si trova
la prima e più importante piantagione di te` del paese, la “Boh Tea
Estate”, e il luogo venne scelto dai nobili del tempo come principale
meta turistica del territorio incentivando la costruzione di numerosi
alberghi e di sei centri abitati. Le Highlands conservano ancora un
caratteristico stile da belle époque, con i suoi ordinati poderi, case di
campagna in stile Tudor, prati all`inglese e campi da golf. Le
Highlands sono una meta privilegiata dagli amanti del trekking.. Sosta
a Tapah prima di iniziare la salita per Cameron Highlands passando
attraverso bellissimi paesaggi naturalistici. Lungo la strada si avrà
inoltre una meravigliosa panoramica degli altopiani ed e` prevista
una sosta per le foto alla cascata Iskandar dove nelle vicinanze e’
presente ancora qualche piccolo villaggio Orang Asli, la tribù
originaria Malese. E` inoltre prevista una sosta per le foto alla cascata
Iskandar dove nelle vicinanze e’ presente ancora qualche piccolo
villaggio Orang Asli, la tribù originaria Malese. Arrivo a Cameron
Highlands previsto nel pomeriggio.
Arrivo all’hotel e pernottamento.

4° giorno: Cameron Highlands – Penang
(prima colazione)
Ore 09.00 Partenza dall’hotel: visita di una piantagione di te` dove si
assisterà ai vari processi di lavorazione. Si comincia quindi la discesa
verso Ipoh, capitale del Perak, per giungere alla grotta al cui interno
vi si trova il Perak Cave Temple, un tempio cinese buddista, dove è
presente una statua di Buddha alta 15 metri e accanto ad essa,
direttamente sulle pareti della grotta, vi si trovano tantissimi affreschi
di artisti diversi. All`ingresso della grotta, accanto la piscina con i fiori
di loto, sara` inoltre possibile trovare delle simpatiche scimmiette con
i loro cuccioli, e salendo 385 scalini si giunge poi alla sommità del
tempio ammirando alcune statue e consentendo ai visitatori di
addentrarsi ulteriormente all`interno della grotta. Si giunge infine a
Bukit Merah e da qui si attraverserà brevemente il lago in barca per
raggiungere la celebre isola sede del centro degli “Orang Utan”. Dopo
la visita al centro il viaggio riprende verso Penang. Arrivo sull’isola
attraversando uno dei ponti più lunghi d’Asia, il “Penang Bridge”
lungo esattamente 13.5 Km. Check-in in hotel e pernottamento.

5° giorno: Penang – Banding
(prima colazione)
Ore 09.00 Partenza per la visita della città di Georgetown: le sue
maggiori attrazioni hanno reso la città sito UNESCO. Il giro della città
prevede la visita del tempio Thai con il famoso Buddha disteso e del
Tempio birmano Dhammikarama, una delle prime strutture religiose
dell`area di epoca moderna e primo tempio buddhista birmano della
Malesia. Il Tempio e` un`importante testimonianza storica che
accerta la presenza di altre etnie nel territorio di Penang da tempo
immemore. Si prosegue con la visita del KHOO Kongsi, affascinante
Clan House Cinese celebre in tutto il mondo per la sua ricchissima
facciata lignea risalente a 650 anni fa, continuando con la visita alla
“Mansion Baba & Nyonya”, un pittoresco museo che si trova nei
pressi di Little India, vicino la bella chiesa anglicana di St. George, e
mostra la storia locale delle etnie cinesi dello Stretto di Malacca
conosciute anche come Peranakan. Il tour si conclude con la visia del
Kek Lok Si Temple, il piu’ grande tempio buddista di tutta la Malesia.
Si prosegue per Banding sul Lago di Temenggor viaggiando in
direzione Est lungo la catena montuosa Titiwangsa passando tra
foreste, piantagioni varie e tanta altra vegetazione fino a raggiungere
il Lago Temenggor, il secondo lago più grande della Malesia dopo il
Lago Kenyir. Il “Temenggor Lake” è un lago artificiale che e` possibile
attraversare utilizzando il ponte che collega le due
sponde. Sistemazione nelle camere del Belum Rainforest Resort e
pernottamento.

6° giorno: Banding
(Prima Colazione & Pranzo al sacco)
Ore 09.00 Partenza per la visita dell`incontaminata isola di Banding e
del suo lago che sarà attraversato in barca alla ricerca del fiore più
grande al mondo, la “Rafflesia”, che in alcuni casi può superare i 100
cm di diametro e pesare sino a 10 kg. La Rafflesia e` considerato il
fiore ufficiale dello stato del Sabah in Malesia e la sua immagine e`
presente anche sulle banconote locali. Si procede poi verso la pista
degli elefanti per osservare il luogo in cui questi pachidermi vanno a
nutrirsi alla ricerca di sali minerali presenti in un particolare tipo di
terreno. Il pranzo al sacco verrà consumato nei pressi di una
pittoresca cascata all`interno della foresta e chi desidera potrà anche
fare il bagno nelle sue fresche acque. Prima del rientro al resort e`
prevista una sosta ad uno dei villaggi aborigeni, “Orang Asli”. Il
rientro al Resort e` previsto nel tardo pomeriggio.
Cena libera e Pernottamento.

7° giorno: Kota Bharu
(prima colazione)
Partenza dal Belum per la città di Kota Baru e trasferimento in
aeroporto per l`imbarco sul volo diretto verso un`altra destinazione o
possibilità di procedere verso un`isola prescelta tra Perhentian e
Redang.                                           La quota comprende: sistemazione negli alberghi previsti o di pari
categoria; pasti come indicati nel programma, tour e visite su base
regolare con guida parlante italiano; trasporti in auto con aria
condizionata; trasporti in barche locali come da programma.

Comments are closed.